Editoriali

Perché siamo TUTTI Charlie!

Ma siamo davvero tutti pronti ad accettare la satira anche quando ci tocca personalmente? Sgomento, indignazione, fastidio per la vignetta di Charlie Hebdo sul terremoto. E, si badi bene, non sui terremotati. La vignetta faceva riferimento ad un preciso modo di fare le cose all’italiota, tanto da ridurre i poveri abitanti a lasagne, tipica pasta italiana. Se c’è qualcuno che ritiene che quel disegno fosse un attacco alle vittime può

Paolo, Francesco e i Migranti…

La storia di Padre Paolo e dei migranti è esemplare. Come quella di Papa Francesco quando disse che al mondo c’è troppa gente che pettina i gatti, infiocchetta i cani e fornisce loro il miglior cibo senza rendersi conto di quanta gente vive in povertà. Gli animalisti, quelli limitati mentalmente, insorsero. I puri di cuore compresero. Ribadendo il concetto di Umberto Eco a proposito della parola data agli imbecilli tramite

Piste ciclabili: BASTA POLEMICHE!

Sassari è divisa in due. Da una parte chi evidenzia tutto ciò che non va, usando brutalmente facebook. Dall’altra chi subisce queste lamentele, diviso tra confermare che effettivamente c’è un buco di fronte al suo portone o che effettivamente i disoccupati sono un fatto tangibile o effettivamente bla bla bla. A volte sembra essere latitante solo quella parte di cittadini che vede il buono nella propria città, e sarebbe pronta

Quando la cionfra agonizza…

Tino Grindi è una persona molto simpatica. Davvero. TESTIMONE IO! In innumerevoli occasioni ha retto la platea di una cena spartana, con un piatto di fave e un cannonau di dubbio gusto, solo raccontando aneddoti da romanzo. Una delle cene migliori della mia vita. GIURO SULLA TESTA DEL CANGURO! Egli, autoproclamatosi erede della Cionfra, figlio di quel Mario che della CIONFRA TRADEMARK fece ragion di vita, non c’è giorno che

Semafori lampeggianti: il traffico scorre!

In un tanto fortunato quanto piccolo libro di Manlio Sgalambro, precisamente il numero 333 della Piccola Biblioteca Adelphi, ho letto e riletto – si tratta proprio del capitolo uno, dell’inizio del saggio – queste parole: “Che IO debba essere governato! Ecco da dove inizia lo scandalo della politica. Solo per canaglie e miserabili, incapaci di autogovernarsi e decidere, c’è la politica come una via di scampo. Ma qui si vede

Anche a Sassari David Bowie muore

Una volta la condivisione del dolore era un fatto privato. L’unico momento in cui i familiari del defunto concedevano un avvicinamento era quello fisico delle condoglianze, tristissima sfilata di gente a volte più per dire “io c’ero” che “mi dispiace”. In Ziddai il rito comincia con uno dei servizi più utili alla comunità: la lettura delle necrologie sul quotidiano locale. Ma da qualche tempo facebook ci da la possibilità di

Dove sono i ciottoli bianchi?

ANTONIO CARDIN chiede provocatoriamente su facebook, e non per la prima volta: Che fine hanno fatto le 40 tonnellate di ciottoli bianchi che sono stati prelevati, ripuliti e “conservati” da E.on in attesa di essere riposizionati sul nostro litorale? Sono già passati quasi 4 ANNI. Dobbiamo aspettare che spariscano e vadano ad abbellire chissà quale giardino di qualche eminente affarista??? Tra i primi risponde ALESSANDRA GIUDICI, ex Presidente della Provincia